Tradizione e rinnovamento

Anna Del Sorbo illustra le strategie di un’azienda che, in trent’anni di attività, è diventata partner dei principali operatori della cantieristica navale, specializzandosi in impianti turn-key

Implementando una politica per la qualità e processi gestionali a integrazione verticale e orizzontale, la società consortile Idal Group si è fatta strada nel settore della cantieristica navale, garantendo e mantenendo nel tempo standard produttivi di eccellenza che le hanno permesso di consolidare sempre più il rapporto professionale con committenti internazionali.

Come spiega il direttore generale Anna Del Sorbo, ripercorrendo le tappe che hanno portato l’azienda di Casola di Napoli che vanta un organico di oltre 250 maestranze operanti in tutta Italia - ad affermare le proprie competenze:PROVA«Dapprima abbiamo conseguito la certificazione del sistema qualità secondo la norma ISO 9001:2008. Contestualmente, ci siamo affidati ad una manodopera altamente qualificata, che include fra le maestranze saldatori in possesso dei brevetti rilasciati dagli enti Rina e Imq,oltre a personale che opera su impianti frigoriferi, di condizionamento di aria e pompe di calore e che ha conseguito il patentino ATF. In virtù delle esperienze acquisite, sia in ambito edile sia navale, e del fatturato maturato, abbiamo conseguito la certificazione SOA per diverse categorie». Infatti, oggi, la Idal Group è capogruppo di un consorzio di aziende operanti nella progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti tecnologici speciali, nei settori navale, civile e industriale. «Possediamo un centro servizi interno, assortito di un’ampia gamma di macchinari a CNC e attrezzature tecnologicamente avanzate che ci consentono la realizzazione di numerose attività produttive. Il nostro campo di applicazione, nello specifico, è quello della carpenteria metallica e meccanica,della carpenteria navale, della manutenzione e refitting navale, dell’allestimento di aree catering, delle lavanderie e delle celle frigorifere chiavi in mano. L’aggiornamento formativo costante e l’adozione delle più recenti tecnologie di settore ci pongono in condizione di garantire un servizio competitivo orientato alla customer satisfaction. Per i nostri clienti eseguiamo lavori di meccanica generale, realizziamo impianti tecnologici speciali industriali, navali e civili, impianti elettrici, idraulici, termici, impianti di adduzione gas, antincendio, tubisteria nel campo civile navale e industriale, oltre a garantire per gli stessi un efficiente servizio di manutenzione». In più, le officine Idal Group eseguono su richiesta lavori di carpenteria meccanica e carpenteria metallica pesante e leggera in acciaio al carbonio, acciaio inox e leghe leggere. «Infine, ma non da ultimo, curiamo direttamente i servizi di logistica, seguendo scrupolosamente l’insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi dei materiali fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti».
La famiglia Del Sorbo festeggia quest’anno 30 anni di attività. Negli ultimi 15 anni, poi, la squadra dirigente si è ampliata, con l’ingresso nel management dei figli del fondatore Antonio Del Sorbo: Domenico, oggi amministratore delegato, e Gabriele, come ingegnere meccanico.
«La nostra impresa – prosegue Anna Del Sorbo – esordisce nel comparto edile, per poi entrare nel cuore della cultura del territorio circostante: la cantieristica navale. Da qui parte la più grande sfida con l’incontro di un committente internazionale, leader mondiale del comparto crocieristico e militare, la Fincantieri, società con la quale siamo riusciti nel tempo a intrecciare una collaborazione che dura ancora oggi». Negli anni successivi, Idal Group avvia collaborazioni anche con altri committenti internazionali, come Grimaldi Group, Costa Crociere, Tirrenia CIN e Palumbo Group.cucine«Fra le oltre 50 commesse acquisite possiamo citare le attività svolte sulle unità navali Star-class della Finnlines , sulla P&O Britannia, sulle Costa Diadema e Costa Fascinosa, sulle unità militari FREMM e sulla più recente STQ F.A.- Gauthier consegnata ad aprile 2015, primo traghetto eco-friendly con propulsione “dual fuel” (LNG/MDO) costruito in Italia oltre che il primo a entrare in servizio in tutto il Nord America».
■ Vittoria Divaro

 test

 INTEGRARE L’INFORMAZIONE

Gli obiettivi di Idal Group sono competitività, innovazione e qualità dei prodotti e processi. Obiettivi che l’azienda realizza attraverso l’ottimizzazione dei diversi cicli produttivi, il monitoraggio costante di tutte le fasi della produzione, il controllo di tutti i flussi aziendali e dei relativi indicatori di performance.In quest’ottica, l’Idal Group ha sentito la necessità di rendere accessibili tutte le sue applicazioni, generando un’ampia integrazione fra i dati e le risorse indipendente- mente dalla posizione geografica o logica. A supporto di questa volontà c’è stato l’impianto di un Erp, dove tutti i processi di business rilevanti aziendali – come vendite, acquisti, gestione magazzino, contabilità – si sono sviluppati in applicazioni che hanno aiutato i business manager a un continuo controllo e tracciamento di tutte le activity – ordini, servizi, inventari, finanza e risorse umane – permettendole così di integrarsi con le applicazioni di partner, fornitori e clienti. Il vantaggio competitivo è che tutte le figure business operano in un ambiente uniforme e integrato, indipendentemente dall’area applicativa.